La lavorazione dei metalli è il processo con cui si modificano o si alterano le caratteristiche di un oggetto metallico attraverso utensili. Produrre oggetti in metallo ha migliorato la qualità della vita dell’uomo permettendogli di realizzare oggetti leggeri e resistenti come: armi da caccia, utensili da cucina, ma anche ornamenti e ninnoli. Ora questa tecnologia si è molto evoluta e grazie all’aiuto di macchine si è in grado di produrre componenti presenti in molti oggetti di uso comune tra cui anche le automobili.

Tecniche di lavorazione dei metalli

Nella lavorazione dei metalli si va a sfruttare le caratteristiche fisiche del materiale in oggetto, cercando il modo ottimale per modificare le sue forme. Esistono varie tecniche che si distinguono in due categorie principali:

  • Lavorazione metalli a caldo:
  • Lavorazione metalli a freddo.

La differenza tra le due metodologie non si riferisce al livello di temperatura assoluto, ma considera il rapporto tra la temperatura di fusione del metallo in oggetto e la temperatura dello stesso durante la lavorazione.

Lavorazione a Caldo

Come detto sopra, la distinzione si basa sul valore del rapporto, il quale deve essere in questo caso superiore a 0,6.  All’interno di questa suddivisione troviamo:

  • Forgiatura o Fucinatura: il metallo qui viene riscaldato al punto da diventare malleabile e poi viene battuto con una mazza fino a che non raggiunge la forma desiderata. Infine il pezzo viene tagliato e smussato o limato per perfezionare gli angoli.
  • Fusione: in questo caso il metallo si porta a fusione e viene messo in uno stampo, finche non diventa di nuovo solido. Lo stampo viene poi aperto e il pezzo viene finito per smussare gli angoli.
  • Stampaggio: tale lavorazione consiste nel soffiare aria dentro al camino in cui si mette il metallo fin tanto che diventi rosso accesso. Dopo di che viene colpito con una mazza per conferire la forma desiderata.

Lavorazioni a Freddo

Al contrario invece nella lavorazione “a freddo” la temperatura del metallo rimane tale da non superare il valore di 0.3. Le principali tecniche che rientrano in questa categoria sono:

lavorazione-dei-metalli-a-freddo
  • Lavorazione con asportazione del truciolo: questa tecnica consiste nell’asportazione selettiva di materiale in eccesso tramite un apposito utensile al fine di ottenere le dimensioni e la forma desiderata. Tra le operazioni che rientrano in questa tecnica troviamo: tornitura, smussatura, sfacciatura, foratura, filettatura barenatura, alesatura, formatura, marcatura, fresatura, molatura;
  • Imbutitura: questa operazione permette di trasformare una lamiera in un oggetto con forma concava;
  • Trafilatura: è utilizzata per la produzione di fili metallici e consiste nel tirare il materiale attraverso un foro sagomato, mediante una pinza;
  • Laminazione: è il processo meccanico utilizzato per far diminuire la dimensione meno significativa di una lamiera, solitamente lo spessore;
  • Piegatura: con essa si cerca di deformare un oggetto, timicamente una lamiera, mediante l’applicazione di una forza adeguata;
  • Estrusione: consiste nell’imprimere un’adeguata forza di compressione per far passare il materiale attraverso un’apertura sagomata:
  • Taglio laser: questa tipologia di taglio vene effettuata mediante un raggio laser che, colpendo la superficie del materiale, lo riscalda al punto da fonderlo e vaporizzarlo. Una volta poi che la fascia di raggi penetra completamente il materiale inizia il vero processo di taglio;
  • Trinciatura: tale operazione consiste nel taglio a pezzetti, a strisce o nello sminuzzamento di materia.
Lavorazione-metalli-a-freddo-esempio

Macchine per la lavorazione dei metalli

Per la lavorazione dei metalli vengono impiegate macchinari speciali in grado di eseguire le operazioni con la necessaria precisione e velocità. Solitamente ogni macchina viene progettata per svolgere una solo dalle tecniche sopra descritte. Le principali tipologie di macchine utensili sono:

  • Tornio: per la lavorazione di oggetti assial-simmetrici;
  • Alesatrice: per rifinire la superficie interna di oggetti cavi;
  • Fresatrice: per creare scanalature;
  • Strozzatrice: per la realizzazione di piccole scanalature;
  • Limatrice: per ottenere una superficie lisca e piana;
  • Piallatrice: in grado di ottenere una grande superficie piana;
  • Mola: macchina in grado di smerigliare, tagliare, molare, sbavare o affilare.

Macchine Transfer CNC per la lavorazione dei metalli

In molte occasioni il prodotto finito che si vuole ottenere presenta delle caratteristiche da rendere necessario il lavoro di più macchine utensili. Per questa ragione nascono le macchine transfer CNC.

sinico manufacturing macchine

In questo modo, grazie alla possibilità di attrezzare la macchina con diverse tipologie di utensile, le varie operazioni necessarie vengono eseguite in modo fluido, ottimizzando ogni fase della produzione.

La logica dietro il funzionamento di tali linee produttive è che la velocità di lavorazione e di trasporto del pezzo è più alta se esso viene trasportato in modo automatico nelle varie stazioni. Così, grazie anche al prezioso aiuto del controllo numerico computerizzato la lavorazione del prodotto metallico è precisa e rapida, ottenendo così alti volumi di produzione, indispensabili in molti settori come quello dell’automotive.

Macchine Transfer Sinico

In Sinico progettiamo macchine transfer specializzate nel taglio a misura e nella lavorazione alle estremità di pezzi metallici dal 1962. Le nostre tre linee sono in grado di lavorare oggetti metallici di dimensione molto variabile tra loro. Grazie ad esse infatti possono essere realizzati pezzi di piccole dimensioni come i nippli, boccole e piccoli raccordi fino ad alberi motori, assiali o micropali edili.

macchina-transfer-sinico-service
ADV Sinico

Author ADV Sinico

More posts by ADV Sinico

Leave a Reply